Home      Seraton B&b      Castelmezzano      Basilicata      Prenotazioni      Contatti
image
   
Home
      Castelmezzano  
 
Seraton bed and breakfast
Castelmezzano
  »  Le Dolomiti Lucane
  »  Il Volo dell’Angelo
  »  La Via Ferrata
Vacanze in Basilicata
Prenotazioni
 
 
Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca
Stampa
 
Seraton B&b
Vico III° Spinalva
85010 Castelmezzano (PZ)
Basilicata - Italy
 
Mappa
 
Tel. +39 366 4692202
>> Email
 
   

Castelmezzano

Castelmezzano è un Comune della Basilicata in provincia di Potenza, situato in una posizione unica sulla cima delle Dolomiti Lucane a 750 metri sul livello del mare. Castelmezzano è uno tra i Borghi più belli d’Italia immerso in uno spettacolare paesaggio dalle caratteristiche uniche.

Castelmezzano ha conservato l´originario impianto urbanistico medioevale con le case arroccate sulla conca rocciosa secondo l´antica forma di terrazzamento e le strette vie di passaggio in mezzo alle case. Il fantastico paesaggio roccioso di Castelmezzano, con le cime delle Dolomiti Lucane che lo racchiudono e proteggono, ne fanno uno dei tesori più belli della regione Basilicata.
 
L’arrivo a Castelmezzano è molto affascinante perchè il paese appare all’improvviso dopo una galleria senza che lo si possa vedere prima offrendo una scena davvero bella e inaspettata.

Lungo la strada che porta al centro del paese vi sono numerosi punti di affaccio che permettono di ammirarne il panorama. Passeggiare per il centro storico è anche molto suggestivo per la presenza delle costruzioni inserite nella nuda roccia, per le numerose scale ripide che si aprono tra i vicoli e che invitano a salire alle vette sovrastanti e godere del paesaggio delle Dolomiti Lucane. L’equilibrio tra il centro abitato rispetto all’ambiente circostante con i caratteristici aspetti  naturali ha permesso a Castelmezzano di essere definita città-natura ed inserita nel club de I Borghi più belli d’Italia.
 

Visitare Castelmezzano

Al centro di Castelmezzano, cuore della vita del borgo, si trova piazza Caizzo dove è presente la chiesa madre di Santa Maria dell’Olmo con la sua facciata in stile romanico, rivestita con pietra locale a faccia vista e scandita da quattro colonne ed un architrave decorato da fiori, leoni e aquile a due teste.

Percorrendo la strada principale del paese, a partire dal palazzo del Municipio, si possono raggiungono i ruderi del castello, di probabile epoca normanna. Oggi sono ancora visibili una parte del muro di cinta, resti di mura rialzati sulla roccia, una cisterna per la raccolta delle acque meteoritiche, e la lunga e ripida scalinata scavata nella roccia che porta ad un probabile posto di vedetta, da dove era possibile sorvegliare la sottostante vallata del fiume Basento.

A Castelmezzano sono presenti anche palazzi nobiliari come il Palazzo Ducale appartenuto ai De Lerma, ultimi signori di del luogo, che si trova nelle vicinanze del castello dove aveva dimora la guarnigione del duca. Il palazzo, databile al XVIII secolo, presenta sulla facciata principale un maestoso portale con grosse bugne sovrastato da un grande loggiato. Palazzo Coiro, situato alle spalle della chiesa madre e costruito nel XIX secolo, presenta vari balconi sorretti da mensole e ringhiere in ferro battuto di pregevole fattura, la facciata che si apre sulla strada principale presenta un bel portale in pietra locale.
 

Il percorso delle sette pietre

I percorsi che conducono fuori dal paese sono caratterizzati da sentieri, scalinate e ponticelli in pietra permettono di raggiungere la vallata del Rio di Caperrino, il torrente che ha scavato una profonda vallata tra le Dolomiti Lucane. Particolarmente suggestivo è il percorso delle sette pietre costituito da un antico sentiero contadino di circa 2 km, che trae ispirazione dai racconti, tramandati oralmente fra le generazioni e dall’immaginario collettivo su cui si fonda il testo Vito ballava con le streghe di Mimmo Sammartino (Sellerio editore Palermo).
image
 
Lungo il sentiero il turista viene accompagnato da una narrazione che si manifesta in forme visive, sonore ed evocative e diventa una storia incisa sulla pietra.

Ogni tappa prevede uno spazio allestito che accoglie l’opera artistica evocatrice di una delle sequenze del racconto, ed una ambientazione sonora che regala ulteriori suggestioni alla magia della natura che si svela.

A metà del percorso delle sette pietre, lungo le sponde del torrente Rio di Caperrino si trova il cosidetto Antro delle Streghe che è il luogo di mezzo del sentiero e anche il punto di partenza della Via Ferrata delle Dolomiti Lucane.
 
 
         
  © seratoncastelmezzano.com    
Contatti    Prenotazioni    Area Clienti    Privacy Credits: basilicatanet.com